Gilera NORDWEST 600

Ecco la storia della mia NORDWEST 600

Grazie all'aiuto del mio mitico amico Valvola e di tutti gli amici dei forum www.motoclubgilera4t.it e www.gilera-bi4.it in particolare di Luca, Federosso e Cartuccia56 la mallattia Gilera è andata peggiorando...
e così a casa è arrivata una malconcia NORDWEST 600!

Trovare un Gilera NORDWEST usato

Passano i mesi, sempre piu spesso a controllare se c'è qualche Nordwest su subito o su ebay, alla fine ne spunta una e il cervello si fissa, la compro, non la compro?
Ecco che interviene il Valvola, che propone una spedizione, e con la sua gloriosa fiat multipla, compagna di tanti viaggi si parte a vedere questo Nordwest usato.

Un po malconcio, molto usato ma si accende, tutto sembra al posto giusto, e ci sono diversi ricambi, il prezzo è onesto.
Allora non resta che smontarlo e caricarlo sulla Multipla! Si avete capito bene, smontare e caricare il Nordwest sulla multipla, sotto lo sguardo stupito del vecchio proprietario che ci aiuta!

Eccola com'è ora la Nordwest:
Gilera nordwest 600

Eccola appena tornati a casa:
Gilera nordwest 600
Gilera nordwest 600

Restaurare il Gilera NORDWEST usato

Cominciano i problemi, all'inizio semplici, la vite che tende la catena nel forcellone troncata, il filtro dell'olio bloccato, carene schiantate, ma in qualche modo si procede, la moto parte e funziona.
Poi come prevedibile sui Gilera parte la pompa acqua, che il grande Luca mi revisiona, ma per montarla decido di rivolgermi a un meccanico.
Qui comincia la vera odissea, dopo qualche giorno il meccancio mi chiama e mi dice "tutto fatto, ma la moto non si accende!"
Come non si accende!? Vado li, diagnosi un carburatore rotto (chissa da chi...), il Valvola mi procura un corpo nuovo e il meccanco si impegna a sostituirlo, vado a riprendere la moto, pago e ovviamente dopo 5km resto a piedi, rotto il filo della frizione..... riporto la moto indietro e aspetto.
Dopo qualche giorno la vado a riprendere, altri 5km, di nuovo a piedi, sono i carburatori! Moccoli....
Ma soprattuto il meccanico non riesce a riparala, passano le settimane....
Tutto questo aveva già causato un fermo moto di molte settimane, interviene allora un altro grande amico, Cartuccia56 che conoscendo il meccanico cerca di capire cosa succede. Purtroppo la situazione non migliora...
Allora mi riporto la moto a casa e sempre con Valvola si procede in varie tappe a sostituire i carburatori, la moto torna a funzionare, cambiamo anche la frizione che slitta a causa del filo non sostituito ma tirato dal meccanico... anche il filtro aria, quello messo del meccanico struciola e quindi intasa i carburatori.
Cuscinetti di sterzo, olio motore, catena (grazie a Federosso)ecc... ma torna a funzionare! Ecco il Valvola che l'accende!

Gilera NORDWEST con scarico G4T

Questa è la bellissimo scarico per gilera nordwest omologato del forum Motoclubgilera4t.it.it che ha sostituito l'originale devastato dalla ruggine.

Ecco comè diventato il mio Gilera NORDWEST 600

Grazie a tutti per l'aiuto! Sono solo a metà dell'opera, ma già posso dire che guidarla mi piace un sacco! E quindi merita di essere finita!
Inoltre gli amici che mi aiutano in questo rendono ancora più piacevole la malattia Gilera!
Gilera nordwest 600
Gilera nordwest 600

Oggi sto lavorando per creare degli stupendi Collettori di Scarico Artigianali! Speriamo bene

Pochi giorni fa si è compiuto un altro passo importante per la mia amata Nordwest.

Ma visto che non l'ho mai fatto ho deciso di ripercorre questi ultimi anni passati con lei.

Ho comprato un Rc trasformato piu o meno in R ormai molti anni fa( Pagina sul mio gilera RC), poi tutti i miei amici hanno iniziato a prendersi le stradali quindi anche io decisi di prenderne una, fu cosi che presi il suzuki sv 650s, ma con questa moto, seppur perfetta non si è mai creato il legame che ho sempre avuto con le mie moto anche precedenti ( Tutte le mio moto) per fortuna decisi di tenermi l'R che continuavo usare più spesso del suzuki (che sono appena riuscito a vendere).

Insomma il tempo passava e io pensavo sempre piu spesso di non essere adatto alle stradali, di amare la guida delle moto enduro ma avevo l'esigenza di viaggar bene su asfalto... insomma il supermotard, e visto che con un gilera già ci stavo tanto bene fu inevitabile pensare al Nordwest. La prima supermotard della storia.

Fu cosi che grazie al mitico Valvola (amico del forum gilera e ne incontreremo altri), compagno di mille avventure, andammo a prendere il mio Nordwest!
Andammo con la sua Multipla a 300km da casa, la moto era decente quindi davanti agli occhi sgranati del proprietario che si domandava come l'avremmo portata via, l'abbiamo smontata e infilata in bauliera heheheh

I problemi che grazie al suo aiuto, a quello di Federosso, Cartuccia56, Luca e tanti altri amici del forum abbiamo risolto sono stati tanti e costosi hehe
Ma è stato subito amore, era la moto per me!

Carburatori, frizione, manubri, cerchi, carene, freni, problemi di ogni tipo pian piano sono stati risolti e quindi è iniziata la fase due. Infatti pur trovandomi benissimo con la moto la voglia di modificare non si ferma e da tempo volevo fare delle modifiche, volevo dedicarmi alla meccanica prima che all'estetica.
Inoltre nei chilometri percorsi ho sperimentato le forcelle troppo morbide per uno del mio tonnellaggio e i cerchi che si piegano con un grissino come il tonno.

Qui è intervenuto rc.ale da cui ho comprato cerchi, forcelle ex KTM duke2 e monoammortizzatore regolabile, allungato (+2cm) e indurito (+50%).

Negli anni mi sono fatto una piccola scorta di ricambi ai vari mercatini, quindi ho portato un blocco motore da un preparatore che ha portato il rapporto di compressione a 10.8 lucidato, flussato, equilibrato ecc... il nuovo motore, mettendo delle camme provenienti da un altro motore gilera con un alzata minore ma piu apertura in gradi. Non ho idea se sono originali di qualche altra versione della mia, ma la differenza era poca e a giudizio del meccanico valeva la pena provare.

Ho anche messo da parte due dell'orto phbe32 pronti per andar su. Ora finalmente ho a casa la moto, con estetica ancora provvisoria (ma lla fine per me questo è un problema minore), ma con il nuovo motore, ancora da rodare (fasce e cuscinetti nuovi), con ancora i carburatori originali e il mono posteriore di rc.ale

UNO SPETTACOLO!

In realtà avevo molta paura che per la mia testardaggine andassi a rovinare un equilibrio con cui mi trovavo molto bene seppur con i suoi limiti.
Ma per punti:
Motore, temevo di perdere ai bassi, avendo allungato i rapporti perche spesso viaggio su lunghi rettilinei temevo di svuotarla troppo, invece va mooolto meglio, sono in rodaggio quindi non so se forse quel che ho preso ai bassi l'ho perso agli alti, ma di sicuro sembra di avere piu sostanza, e siccome sapevo bene che lavorando la testa ecc... i guadagni sarebbero stati modesti sono rimasto favorevolmente sorpreso di come la moto vada meglio, mi aspettavo molto meno!
Unico neo se metto il dbkiller, si scarbura, stappata va bene ma che casino!

Il mono: Prima spesso grattavo il cavalletto in piega e la moto si siedeva, adesso con il mono rcr molla by Luca e piedino allungato di 20mm è una figata pazzesca! Bella e soprattutto efficace, anche qui qui avevo paura di minare l'equilibrio della moto che però adesso trovo se possibile migliorato!

Insomma dopo tante delusioni (quando apri un blocco e dentro c'è una macedonia di motore) queste sono delle grandi gioie! sono veramente felice!

Non faccio il conto delle ore dedicate, dei soldi (tra viaggi, pezzi e meccanici comparavo una GS...) ma oggi sono veramente soddifatto!

Mai avrei pensato anni fa che comprando una gilera scelta soprattutto perche costava poco avrei avuto modo di farmi cosi tanti amici, anzi quasi una famiglia, tanti viaggi pranzi e risate che rivedo oggi pensando al passato.
Ed anche una moto su cui non vedo l'ora di partire tutti i giorni anno dopo anno!



Finalmente la bimba è tornata a casa con altre nuove aggiunte!
Carburatori e collettori di scarico artigianali step2, i primi collettori che mi feci da solo erano esagerati, e quindi li ho abbandonati ma erano belli, questi proprio no....



I collettori di scarico come si vede sono molto grezzi, diametro interno 29mm, purtroppo il tipo a fatto come gli pare non seguendo le mie indicazioni, sono lunghi uguali, uno prosegue di più dentro il bombolotto per riuscire a farli uguali.

Carburatori PHBE 32 hs, filtri aria mooolto fatti in casa, carburazione da definire, adesso ha poco freno motore, se do molto gas ingolfa, e non prende tutti i giri, ma guidando senza tirare va già bene, ma sopratutto impenna di gas in prima e con pignone di 16 da originale non lo faceva nemmeno con il pignone di 14!!!

In realtà credo che tanto dipenda dai collettori che fanno spostare la coppia tutta ai bassi e la svuotano agli alti... bho... adesso va carburata e finalmente si vedrà!
Appena il meccanico recupera gli spilli si fa le prove.
Insomma l'ho guidata solo di notte e faceva un freddo cane con un vento atroce, presto riprovo e sarò piu preciso, ma intanto son contento!

Novità per il Nordwest

A moto completamente originale con corona originale e pignone di 16 la moto va benissimo anche nelle strade di montagna, per me andava meglio di prima e non poco, certo che se in due specialmente devi tirare un po piu le marce, o rischi di mettere la marcia successiva e sei sottocoppia, qualche curva che prima facevi in quinta la fari in 4 perche (o dalla quarta alla terza e giu di li) ogni marcia vedrà la propria gamma di velocità slittata verso velocità superiori.
Usi di piu il cambio, io prima mi ritrovavo a viaggiare quasi sempre in quinta o quarta, giusto fra i tornanti stretti uso le altre marce (sull'rcr invce non metto mai la quinta e tutto un prima seconda terza e li ho 14 47).
Ma gia viaggiando a 70 90 km/h mi trovavo molto meglio, certo se vuoi fare un sorpassone meglio scalare una marcia.
Sono anche andato a farci dei giri in bosco o su strade bianche, quindi con ripartenze su salite mooolto ripide e li la prima era divenuta troppo lunga, ma sarebbe stata lunga anche prima.

Probabilmente va bene anche un pignone di 15 con una corona con qualche dente in meno, ma dove si trovano?
Adesso con motore mezzo elaborato mi sembra di nuovo corta.

 

intanto riassumo le modifiche apportate:
anteriore ktm duke 2
posteriore cerchio ktm e ammortizzatore rcr con molla indurita e piedino +2cm
pignone 16 denti
testata fatta
camme probabilmente rc 89 (coppia sotto meno allungo)
rdc portato a 10,7 se non ricordo male
due carburatori PHBE 32

La moto aveva un ottima coppia, impenna ingorantemente con il pignone di 16, da originale nemmeno con il 14...
Ma come già detto era un spenta ad alti giri...
Inoltre da un decennio mi frullava in testa l'idea dello scarico speciale stile articolo di Mototecnica fatto da Motorino. 
Dopo vari tentativi infruttuosi, così:

ora sono cosi:

Gilera nordwest 600

 

Gilera nordwest 600

Mi sono rivolto alla fonte e adesso ho quelli che vedete. Grazie Motorinooooo 


Non sono ancora finiti di montare, ieri li ho provati per poche centinaia di metri.
A impressione (morirei dalla voglia di rullarla) la coppia ha forse perso un pelo ai bassi per stendersi molto piu in alto, forse troppo perche picchiavo il limitatore, purtroppo il mio contagiri non è affidabile e non ho idea di quale sia il regime a cui taglia.

Stasera aggiungo 14cm di tubo che porterà la marmitta a risuonare intorno ai 5000rpm ( vero motorino?) cosi da avere il picco di coppia dove mi è piu utile.
Poi nel fine settimana la spremerò per bene e vi aggiorno.
Grande festa alla corte di francia 

 

 

Ieri ho ripreso la bimba.
Riassumendo anteriore ktm duke 2, posteriore cerchio ktm e ammortizzatore rcr con molla indurita e piedino +2cm, pignone 16 denti, testata fatta, camme probabilmente rc 89 (coppia sotto meno allungo), rdc portato a 10,7 se non ricordo male e sopratutto due carburatori PHBE 32, che non ne volevano sapere di carburarsi. Ieri il meccanico ha modificato i "freni aria" non chiedetemi come...
Dopo mesi in cui la moto tirava come un mulo ma moriva a 4500 5000 rpm e non c'era versi di cambiarla. Cambiando giglè e spilli rimaneva sempre in quel modo.
Dopo questa mistica modifica la moto vola!!
Tira da paura impennando di prepotenza con il 16!!!
E sopratutto la frizione slitta se apro sulle marce lunghe....
Ora forze la frizione ha un po patito quando ero costretto a guidarla giu di giri, ma ho già le molle rinforzate, come posso recuperarla senza cambiarla visto che ha pochi mesi?

 

 

 

vedi sotto la pedalina dove il tubo cambia diametro? li è dove si genera il salto d pressione e parte l'onda.
Il tubo a diametro minore proseguirà concentrico dentro il tubo a diametro maggiore genwrando quindi l'onda a una frequenza piu grave

solo che il meccanico lo ha tagliato a fetta di salame... devo rifarlo a taglio perpendicolare alla tangente, insomma a taglio a 90 gradi

 

Gilera nordwest 600

 

La risonanza parte da dove finisce il tubo da 45, cioè all'interno del 60.

Per allungare il tubo da 45 non serve allungare il 60 ma basta mettere un tratto più lungo del tubo piccolo all'interno del tubo piu grande.

Il collettore da 45 senza tubo aggiuntivo dovrebbe avere una lunghezza risuonante di 93cm (ricordo, la misura parte dalla valvola) che intona lo scarico a regimi stratosferici....

Ho consigliato al Fabius di portare la lunghezza a 105 cm, un valore appena più corto dei 113cm dello scarico di serie, perché così dovrebbe avere una curva di coppia con un andamento simile a quella di serie,appena più spostata verso gli alti regimi, ma sempre superiore come valore.

Con lunghezze inferiori, come 100cm si avrebbe un pizzico di potenza in più ed un maggiore allungo al prezzo di un leggero calo di coppia fra i 3000 ed i 4000.....se si si elimina il limitatore o lo si sposta a 9000 il gioco può valere la candela....con il limitatore ad 8200 no!


Vorrei fare un po di prove a varie lunghezze, dovrei trovare un metodo anche casereccio per avere un valutazione dei cambiamenti... idee?
il tempo di ripresa da una velocità ad un altra?? c sarà qualcosa da mettere sui telefoni che conoscendo la massa del veicolo e la posizione con il gps riesca a calcolare l'accelerazione e quindi la forza applicata?

p.s. lo scarico che termina a fetta di saleme che affetti avrebbe sortito? Sarebbe come avere un tronco di cono? in sintesi spalma l'onda riflessa su un arco di giri piu ambio ma con un minore picco?
P.S.2 il passaggio da 45mm a 60 mm è sufficiente a determinare un forte sbalzo di pressione? c'è una regola per capire quanto deve cambiare il diametro per avere una buona onda?

Mi Rispondono in ordine sparso....

...non credo che col gps puoi avere misure accurate.....forse la Nasa si, noi no ...... Non vedo molte alternative al banco prova... Provare a fare accelerazioni in 4a od in 5a partendo da 3000 a 4500 puoi vedere come tira il motore a quel regime critico, ma sarà difficile prendere i tempi ed i regimi con precisione..

Ti puoi affidare al tuo culo....

Non ti prendo in giro.... Si sente se un motore spinge un po' di più o di meno alle varie modifiche...ma bisogna stare attenti perché a volte una curva di coppia regolare fa sembrare che il motore va di meno mentre in realtà è la più redditizia, un buco di coppia invece rende esaltante l'esplosione di erogazione che lo segue... 

Il salto da 45 a 60mm è sufficiente? Pare di si! Un salto maggiore sarebbe più profiquo... Può essere, ma mettere un tubone, magari da 80, in quel punto sarebbe forse una bella cosa??? Accontentiamoci...

Il taglio a fetta di salame in teoria potrebbe allungare il tempo di riflessione dell'onda.....ma potrebbe anche confonderla e renderla meno efficace... Se vuoi provare prova.....

Ho fatto un giro proprio ieri dopo aver sostituito la batteria, visto che mi ero aperto un piede per accenderlo a pedalina.

Adesso ho la marmitta da 105cm che dovrebbe fare il picco di coppia sui 5000rpm.
Il vero test sarà domenica andando verso l'abetone.

Bè la moto è sicuramente molto diversa, è incredibile quanto sia cambiata solo allungando la marmitta di 14cm, prima picchiavo sul limitatore esplodendo dopo dei medio alti poco prepotenti.
Ora forse sono fin troppo corto, il limitatore non lo prendo piu "senza volere", diciamo che viene naturale cambaire poco prima.
Dovrei ricarburarla mi sa.
Comunque adesso la descriverei così:
forse fino ai 4000 rpm con i collettori originali era più cattiva, me ne accorgo perche se prima per impennare praticamente partivo dal minimo strattorando TUN TUN TUN ora apro sul picco di coppia sui 4000 giri, dopodiche tira forte fino a fine giri.
Vorrei tanto rullarla a fare prove con diverse lunghezze di scarico, e credo che la curva di coppia più omogenea inganni le percezioni. La moto è infatti più rotonda e quindi a pelle scalciando meno sembra quasi meno incazzata ma mi accorgo di sputare via tutte le marce e cercare la sesta cosa che con un pignone di 16 invece che di 14 prima non facevo.
Impenno anche in seconda 
P.S. ricordo che la mia moto credo con camme RC89 aveva prima dello scarico speciale moltissima coppia sotto ma alti molto deludenti.
Quello che mi succedeva e che se entravo in curva o fra una serie di tornanti era comodo far frullare un po il motore ero costretto ad aggiungere un marcia e poi subito scalarla perche in alto non spingeva invece adesso mi conviene tenerla bella su!


Infine per fare gli scarichi in piccola serie, credo sia un ottima idea

Per la descrizione tecnica, mea culpa, mi serve l'intevento del progettatore e realizzatore, Motorino!!??

 

Ieri il famoso giro.

Conclusione? Sono stra mega soddisfatto della marmitta ma non della carburazione.
Ovvero come si è comportata?
Per buona parte del viaggio ho mantenuto un andatura tranquilla, e come mi ero gia accorto intorno ai 4000 4500 c'era un po di buco, nella di che.
Viaggiando in 2 ed in salita però il fenomeno era piu evidente anche perche il buco (scoperto dopo) si manifesta di piu con aperture della manopola fra il 40 e il 70%.
Man mano che la quota saliva la moto andava sempre peggio tanto che iniziare a preoccuparmi.
Dopo il pranzo a motore Freddo accesa per fare due prove, singhiozzava cosi tanto da non prendere giri nemmeno in folle.
Preoccupato torno verso casa e pian piano capisco che se vado con poco gas o con tutto gas il problema si ridimensiona molto.

Man mano che la quota scendeva la moto andava sempre meglio. la sera dopo cena con 20 gradi in meno ancora meglio.

Evidentemente i miei carburatori PHBE 32 hs che credo derivassero da un due tempi, modificati artigianalmente nei freni aria per farli andare sul nordwest dato che non ne volevano sapere di carburarsi, creano una miscela troppo grassa a alle medie aperture a quei regimi, il nuovo scarico da buon amplificatore enfatizza il problema.

Vorrei ricarburarla per meglio.

Tornando a casa dopo Pistoia ormai a bassa quota mi imbatto in una coda, corsa cicilistica... giunto a fine coda il tipo che ferma il traffico mi dice: se vuoi andare passa, ma vai veloce. éé???!??
Parto come un razzo, mi sono fatto una cronospeciale Pistoia Vinci a due corsie chiuse tutta per me, peccato che il nordwest si guidi bene da soli, in due insomma :/ ma mi sono divertito un sacco.
E sopratutto che allungo!!! La moto non finiva mai tenendo tutto aperto, sono tentato quindi addirittura di allungare un altro po la marmitta e abbassare ulteriormente la coppia. La sera la moto ha preso i pieni giri in quinta con pignone di 16 e corona 45!!

Insomma molto felice!
Peccato che lassu in montagna con quel buco a mezzi giri e mezzo gas rompeva proprio le scatole.


Unico dubbio, ho dedotto che faccia medi troppo grassi eprche è peggiorata salendo in quota, ma a freddo sarebbe dovuta andare meglio invece no... bho?

(Valutazione dei Clienti)
5 su 5 basato su oltre 88 voti
Vota anche tu, scrivi a: fabio@maxicross.it
88 utenti.
>Gilera nordwest 5 su 5 basata su oltre50 voti. Recensioni di 88 utenti.