Vw Camper Lt 28 Sven Hedin Westfalia 2.4d 1982

Ecco la pagina dedicata al Vw Lt Sven Hedin Westfalia 2.4d del 1982, dove riporterò esperienze pareri e costi di gestione in un utilizzo quotidiano dopo 33 anni dalla sua nascita.
Ma prima di tutto ci presentiamo:

Vw Camper Lt 28 Sven Hedin Westfalia 2.4d 1982 Vw Camper Lt 28 Sven Hedin Westfalia 2.4d 1982 interni Vw Camper Lt 28 Sven Hedin Westfalia 2.4d configurazioni

Il primo incontro con il Camper Westfalia Vw Lt 28 Sven Hedin 2.4d

Arrivati al suo cospetto me lo immaginavo più piccolo, è molto corto, meno di 5 metri ad essere precisi, ma è molto alto e le sue linee un po’ particolari lo fanno apparire bello grosso.
Salire al posto di guida non è molto agevole, l’ampia escursione della leva del freno a mano, posta alla sinistra del conducente infatti rompe non poco le scatole hehehe, ma una volta seduti si è veramente molto comodi. Poggia braccia su entrambi i lati trasformano il sedile di guida in un trono, chiave nel quadro e BRUMMM! Motore se consideriamo l’età dalla accensione prontissima e soprattutto quasi esente da vibrazioni, qui il merito è dei 6 cilindri in linea, la configurazione meno soggetta a “tremare”. La sonorità non è malvagia, ricorda un pulman :p ma quando si inizia a viaggiare il motore che si trova in mezzo i due sedili anteriori inizia a far sentire la sua voce, insomma se trovo il modo di insonorizzarlo un po’ meglio fa solo piacere. Purtroppo il tunnel motore sarebbe anche un comodissimo terzo sedile anteriore se non emanasse un bel po’ di calore.
A rileggere queste righe sembra che il mio giudizio sia negativo, dico subito che non è così, mi piace molto e sono soddisfatto ma sono oggettivo sui limiti riscontrati.




Veniamo a quello che è per me il limite principale, le prestazioni. Pur avendo un andamento rotondo, equilibrato e consumi tutto sommato contenuti, 75cv sono pochi e quindi la velocità di crociera si assesta fra i 90 e i 100 chilometri orari, ma basta un falsopiano per perderla e molto tempo per riacquistarla. Inoltre un cambio sicuramente complicato, lento e impreciso non aiuta certo il motore a districarsi dai guai. Infine fuma come una ciminiera, delle volte mi sento quasi in imbarazzo a vedere la mia scia!
Dimenticavo un dettaglio, non frena un piffero, ma qui credo dovrò al più presto far controllare l’impianto, non credo sia normale cosi.

Tutto questo però credo sia alla fine una caratteristica di questi mezzi e del loro stile di viaggiare, e quindi anche se forse un po’ più marcata di quanto prevedessi era ciò che mi aspettavo.

Viaggiare rimane sempre un esperienza, seppur lentamente è piacevole e carico di fascino.

Un grande vantaggio del Vw Camper Lt 28 Sven Hedin Westfalia 2.4d è che il suo motore (vw d24) è alimentabile ad olio di semi, il che unisce diversi vantaggi: minore fumosità, minore impatto ambientale e di risparmiare diversi soldini di gasolio :P ho infatti già iniziato con soddisfazione.

Gli interni sono molto ben fatti, se pur non molto spaziosi sono comodi, durevoli e di facile gestione. Muoversi nel Vw Camper Lt 28 Sven Hedin Westfalia 2.4d non è mai complicato, e anche se i serbatoi non sono certo enormi credo siano in sintonia con quello che è come già detto lo spirito di questi mezzi.
Ci si dorme benissimo :P  l’isolamento termico ed acustico, come l’areazione interna non sono niente male.

Camperino, emozioni e avventura

Che ne pensa una mia amica

Impressioni di camperino di una persona che ha sempre guidato macchine piccole moderne e non ne sa un'H di motori :)
Quando apri la portiera per salire ti accorgi che è davvero alto, non è agevole salire e il freno a mano che si trova nel mezzo non aiuta. Però una volta seduti, la poltrona è comoda e ampia. Certo esteticamente visto da fuori non è granché, è decisamente troppo alto e tozzo,e la mancanza di cofano fa un effetto strano, però dentro considerando le dimensioni è comodo e abbastanza spazioso. Mi pare incredibile come riesca ad entrarci tutto quello che c'è.
La guida all'inizio (e tuttora) per me è davvero difficoltosa, già togliere il freno a mano prima di partire richiede una bella sudata, poi ci si prende la mano, le marce sono dure, macchinose, fanno un rumore che all'inizio mette un po' ansia. Certamente il tutto risulta molto macchinoso, a cui va aggiunto il forte rumore che fa il motore, e la durezza del freno.
Mentre viaggi però il fascino emerge tutto, di andare in giro con questo mezzo storico un po buffo ma davvero fantastico..ti sembra già di essere in viaggio anche dopo pochi km, anche se il rumore forte che fa il mezzo e la sua particolarità non ti fanno certo passare inosservata! Per adesso ho fatto solo due giretti per pochi km, credo però che un viaggio lungo possa risultare un po noioso, vista la lentezza…. Da provare e poi valutare pro e contor meglio, magari dopo un giro di qualche giorno!

E io: Emozioni con Camperino

Ho cercato di dare una valutazione oggettiva delle principali caratteristiche del Vw Lt 28 Sven Hedin Westfalia 2.4d 1982, ora cercherò invece di comunicarvi quali emozioni sto provando insieme a lui, ed adesso non sarà più Vw Lt 28 Sven Hedin Westfalia 2.4d del 1982, bensì Camperino :)

L'ho già accennato, appena lo vidi, povero Camperino pensai: Madò com'è brutto, hehehheeh, non è certo una figura elegante, dentro poi sembra di entrare nella classica casa della zia vecchia, con arredi non ancora abbastanza vecchi da essere vintage ma troppo vecchi per essere belli, insomma manca il tappeto di pelle di pecora o mucca e il distributore di seltz per essere in piena atmosfera Bee Gees heheheh ( non escludo di metterci una palla stroboscopica :P )
Quindi vi direte, ma si ti faceva cacare che l'hai preso a fare? Perche non mi ha fatto assolutamente cacare, ma anzi mi faceva tanto ridere l'idea di montare su questo coso cosi sgraziato e kitsch.
Certo la mia ricerca era iniziata alla rivolta di un Vw T1 o T2, ma costi e ancor più scarsa praticità mi hanno fatto desistere, poi un girono ho visto lui e all'idea delle mille avventure che potevamo vivere insieme ho riso, ed ho continuato a farlo per giorni e giorni eheheh.
Insomma avevo iniziato a bramarlo e una volta toccato con mano il desiderio era ancora più forte.
E poi era esattamente come lo volevo, con tutto, ma piccolo.

I primi km sono stati assurdi, pur guidando ogni giorno auto assai datate (una Fulvia una Range e un Porsche tutte degli anni 70 e 80) questo era letteralmente un cancello al loro confronto. Prestazioni inesistenti, cambio che è rebus, cambiare macia e come giocare alla lotteria, non sai mai cosa succederà hehehe freni da invidiare i Flintstones, insomma veramente un casino!
Ma dopo poco ti abitui, e senti che tutte queste iniziali stranezze fan si che già dopo 100 metri dal cancello di casa ti senti in ferie, e questo per me non ha prezzo.
Inoltre quando arrivi nei posti che vuoi visitare è comodissimo da posteggiare ed usare e strappa un sorriso per mille motivi, per i suoi cigolii inquietanti, per le danze da attacco di convulsioni che fai per muovertici dentro, per le assurde sudate per eseguire operazioni semplici, come togliere il freno a mano.

Ma è bello sdraiarsi sui suoi letti e guardare il mare dalle finestre, è bello sedersi sul tunnel motore al fianco di chi guida, è bello svegliarsi straniti nel centro delle località che vuoi visitare, è bello, proprio bello.
E il suo motore per lento che sia ha un fascino considerevole, sei cilindri, un diesel vecchia scuola, dal suono e profumo inconfondibile che ammalia quando ancora freddo fa i primi scoppi e ti stordisce quando frulla come un disperato per tenerti sui filo dei 100 all'ora.
Insomma mentre scrivo penso, stasera dove vado? E lo penso perche non è un camper pieno di lussi bello e comodo, ma perchè so già che appena mi ci siedo anche se forse non mi allontanerò molto da casa, fra i suoi mille rumori strani sarà già iniziata una nuova avventura :)

Grazie Camperino



(Valutazione dei Clienti)
5 su 5 basato su oltre 67 voti
Vota anche tu, scrivi a: fabio@maxicross.it
67 utenti.
pareri e recensioni Range Rover Classic V8 5 su 5 basata su oltre67 voti. Recensioni di 67 utenti.